Storia

L’Istituto S. Giovanni di Dio è stato realizzato dall’Ordine Religioso dei Fatebenefratelli, fondato in Spagna nell’autunno del 1539 da San Giovanni di Dio (1495 - 1550).

I Religiosi appartenenti a questo Ordine hanno come finalità specifica l’assistenza intesa nella sua più ampia estensione (ospedali, cliniche psichiatriche, case geriatriche, istituti per portatori di handicap, ricoveri per anziani, ecc.).

Oggi sono più di 200 le strutture che i F.B.F. gestiscono in tutto il mondo : tra queste anche l’Istituto San Giovanni di Dio.

L’Istituto S. Giovanni di Dio era l’unica struttura di psichiatria della Provincia Romana dei Fatebenefratelli. Tale Provincia si è dedicata alla cura dei disturbi mentali dall’ultimo dopoguerra, avendo attrezzato a tal scopo questo Istituto dal 1956. L’Istituto, inizialmente, ha svolto la sua attività esclusivamente verso i malati di cui all’art. 6 del R.D. del 16/8/1909 cioè dei malati psichici che non presentavano caratteri di pericolosità ai sensi della legge risalente al 1904.

A seguito della legge 833/78, che riprende la normativa della precedente legge n.180, la Provincia Romana dei Fatebenefratelli si è posta il problema della collocazione del presidio di Genzano nel nuovo ordinamento, a tale scopo, negli anni succesivi al ’78, ha ufficialmente richiesto alla Regione ed all’USL competente di continuare le proprie attività come casa di cura per lungodegenti, creando i presupposti per le prestazioni di riabilitazione (I.d.R.), ove possibile, e di assistenza a lungo termine (R.S.A.) per coloro i quali non sono in grado di conseguire l’autosufficienza.

Per le attività manuali ed espressive nonché terapeutico - educative è stato attivato un laboratorio gestito da educatori professionali, da educatori socio-culturali e da un settore di sport-terapia; sul piano terapeutico funziona un servizio di fisioterapia